Cliente: il manifesto /// Anno: 1994–2002

Illustratore: Maurizio Ceccato

Vincenzo Scarpellini, art director de «il manifesto», intravide negli sketch che gli sottoposi (una cartella ingombrante) qualche segno che utilizzò per connotare il giornale e che, grazie a lui, mi portò a collaborare, dal 1994 al 2002, con un quotidiano che avevo sempre sottobraccio.

Cliente: il manifesto /// Anno: 1994–2002

Illustratore: Maurizio Ceccato

Ogni volta che avevo un’idea la portavo in redazione a via Tomacelli attraversando Roma con la cartella sotto braccio. Originali o fotocopie lasciavo tutto in una cartella che, Scarpellini o i suoi collaboratori, avrebbero poi smistato sulle pagine. Qualche volta mi fermavo
in redazione e, su richiesta, sketchavo qualcosa su un foglio, in diretta, che sarebbe poi stato pubblicato il giorno seguente.

Cliente: il manifesto /// Anno: 1994–2002

Illustratore: Maurizio Ceccato

Dopo tanti anni, grazie all’art director e progettista grafico Andrea Mattone, torno a collaborare con «il manifesto», come illustratore, per questa iniziativa legata alla violenza sulle donne.